Please assign a menu to the primary menu location under MENU

News

Approvazione in Gazzetta del nuovo prestito vitalizio ipotecario 2016

77views

Tra le più importanti novità del nuovo anno vi è senza dubbio quella del prestito vitalizio ipotecario estesa anche alla categoria degli over 60 e della ormai pubblicazione definitiva in Gazzetta sulle modalità da poter eseguire a partire dallo scorso 02 marzo 2016.

Sei anche tu in possesso dei nuovi requisiti anagrafici per poter richiedere un prestito vitalizio ipotecario grazie ad una casa di proprietà? O sei curioso di apprendere cosa è stato approvato in Gazzetta e se tale formula può essere vantaggiosa per ottenere una nuova liquidità? Continua la lettura nel nuovo articolo realizzato dal blog.Gromia.

Principali contenuti della nuova versione sul prestito vitalizio ipotecario

Il prestito vitalizio ipotecario, è tra le novità più rilevanti nel 2016 con vantaggi per i proprietari con più di 60 anni di età, di poter ricevere una nuova liquidità economica utilizzando la propria casa e continuando a godere comunque della stessa senza perderne la proprietà (come invece accadeva con un’altra forma di finanziamento quale la nuda proprietà). Restano tutelati anche gli eredi dei proprietari di una casa che richiedono un prestito vitalizio ipotecario e che in caso di morte dell’over 60 potranno o procedere al pagamento delle restanti rate del prestito o richiedere la vendita dell’immobile.

Nella nuova versione del prestito vitalizio ipotecario e di cui si attendeva solo la pubblicazione in Gazzetta per formalizzare l’avvio da parte degli over 60, inoltre, ampio spazio è stato concesso rispetto alle nuove modalità di estinzione del prestito, per la vendita dell’immobile con imposte sostitutive agevolate dello 0,25% e di possibilità di procedere ad una estinzione anticipata del finanziamento.

Approvato definitivamente in Gazzetta il nuovo prestito vitalizio ipotecario

Rispetto ad una delle ultime versioni sulle modalità di applicazione del prestito vitalizio ipotecario, è stata completata anche l’ultima fase con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale numero 38 del 16 febbraio 2016 e della entrata in vigore a partire dallo scorso 02 marzo 2016 del regolamento da rispettare per poter richiedere tale prestito, laddove ci sia la proprietà della casa e il requisito anagrafico dell’età.

Ad esempio, è necessario rispettare dei primi requisiti di accesso prima di poter richiedere il  finanziamento ad una propria banca come la presenza di un immobile di carattere residenziale e disponibilità nel porre una ipoteca di primo grado sull’immobile come ulteriore garanzia alla banca. Inoltre, fino all’approvazione definitiva del prestito vitalizio ipotecario, sarà possibile avvalersi di una facoltà di rinuncia al finanziamento senza alcun addebito da parte della banca delle spese sostenute per le verifiche preliminari sul valore dell’immobile (come quelle ad esempio per le valutazioni e i controlli di un tecnico indipendente dalla banca).

prestiti casa

Per l’approvazione del finanziamento, invece, la banca è tenuta a richiedere dei documenti specifici per valutare il valore economico dell’immobile (in genere sono quelli richiesti per i mutui ipotecari come fotocopia del documento personale, documenti sul reddito e sulla casa) e a stipulare un prospetto con tutte le principali condizioni applicate sul finanziamento come somma erogata e comprensiva di spese istruttoria e notarili e un contratto di finanziamento con il tasso applicato sul prestito vitalizio ipotecario.

Formalizzata con la pubblicazione definitiva sulla Gazzetta Ufficiale, anche la modalità di tutela per gli eredi di un prestito sulla casa attivato dagli over 60. Questi ultimi, infatti, nel caso di morte del richiedente originario, potranno procedere al rimborso delle restanti rate dovute entro un anno da tale evento, o in alternativa richiedere la vendita della casa all’asta e utilizzare il ricavato per pagare la banca (nel caso di somme avanzate dalla vendita, queste ultime spettano comunque agli eredi).

Le nuove regole sul prestito ipotecario e per la valutazione di altre utili alternative

A partire dal 02 marzo 2016, quindi, tutti gli over 60 (e non più solo gli over 65) potranno richiedere il prestito vitalizio ipotecario e utilizzare una propria casa di proprietà per ottenere un nuovo finanziamento. Tale importo, sarà compreso in una percentuale tra il 15% e il 50% del valore totale dell’immobile a seconda dell’età del richiedente (non sono infatti previsti dei limiti massimi ma solo di un primo requisito sul superamento dei 60 anni) e del valore dell’immobile (stabilito nella prima fase di analisi dei requisiti per poter accedere al finanziamento).

Approvati tra l’altro, requisiti più specifici anche per quanto attiene le tutele degli eredi e i documenti obbligatori da allegare alla domanda, in modo da garantire ai richiedenti una valutazione sui costi per un prestito ipotecario rispetto ad altre alternative come mutui o nuda proprietà per ottenere delle liquidità attraverso l’utilizzo dell’immobile (e senza il requisito di una età minima).

Conclusioni:

  • Avviata anche l’ultima fase per le nuove modalità sul prestito vitalizio ipotecario a favore degli over 60 in possesso di case di proprietà, grazie alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale numero 38 del 16 febbraio 2016 e della entrata in vigore a partire dallo scorso 02 marzo 2016.
  • Tra i principali requisiti di accesso sul nuovo prestito vitalizio ipotecario, la presenza di un immobile di carattere residenziale e una disponibilità nel porre una ipoteca di primo grado sull’immobile come ulteriore garanzia alla banca.
  • Stabiliti anche obblighi più precisi nella banca sulla stipula di un prospetto con tutte le principali condizioni applicate sul finanziamento e di indicazione nel contratto di finanziamento del tasso applicato sul prestito vitalizio ipotecario.
  • Tutele, infine, anche per gli eredi in caso di morte del richiedente originario, con la possibilità di procedere al rimborso delle restanti rate dovute entro un anno da tale evento, o richiedere la vendita della casa all’asta.

E te cosa ne pensi della nuova versione approvata in Gazzetta sui prestiti vitalizi ipotecari? Pensi sia la soluzione ideale per gli over 60 proprietari di una casa o preferisci altre alternative come nuda proprietà e mutui senza il requisito minimo dell’età?

Leave a Response

Iolanda Piccirillo
Sono una articolista con una forte passione per il mondo dell' economia, del web marketing e di tutto ciò che riguarda la cara e vecchia casa. Napoletana, classe 1985, in blog gromia per dare la sua voce e svelare news e curiosità sul mondo immobiliare.